Il Blog di Know How

Soluzioni per imprese e privati
Blog / Bonus Baby-Sitter 2021: quali sono le novità?

Bonus Baby-Sitter 2021: quali sono le novità?

Bonus Baby-Sitter 2021: quali sono le novità?

La recente conversione in legge del Decreto N. 30 del 2021 ha confermato la possibilità di usufruire del bonus baby-sitter e ha introdotto anche alcune novità. Torniamo a parlare dell’argomento che incentiva i servizi di baby-sitting e vediamo cosa è cambiato.



Il cosa consiste il bonus?

Il bonus Baby-Sitter consente di ottenere un beneficio di massimo 100 euro settimanali a favore di genitori che richiedono un servizio di baby-sitting per figli di età inferiore a 14 anni, compreso. Ovviamente può richiedere il bonus solo il genitore che sia convivente, così come risultante dai dati dell’anagrafe nazionale. Vale la pena ricordare che il bonus può essere richiesto anche da adulti che hanno minori in affido.

Quali lavoratori possono fruire del bonus?

Il bonus si applica soltanto ad alcune tipologie di lavoratori, ovvero tutti coloro riportai nel seguente elenco.

  1. Iscritti alla Gestione Separta;
  2. Autonomi iscritti alla gestione speciale dell’INPS;
  3. Autonomi iscritti alle casse professionali non gestite dall’INPS;
  4. Personale del comparto sicurezza, difesa e soccorso pubblico;
  5. Lavoratori dipendenti del settore sanitario, pubblico o privato accreditato e che siano appartenenti alle seguenti categorie:
    1. Medici;
    2. Infermieri;
    3. Tecnici di laboratorio biomedico;
    4. Tecnici di radiologia medica;
    5. Operatori sociosanitari.

Perché non è possibile richiedere il bonus pur avendo i requisiti?

Vi sono casi in cui, pur appartenendo alla categoria di lavoratori a cui spetta il bonus, e pur essendo soddisfatti tutti i requisiti richiesti, il bonus non è comunque usufruibile. Questo avviene quando al lavoratore è stata data la possibilità di lavorare in smart working, oppure se uno dei due genitori risulta inoccupato, oppure se i genitori hanno usufruito del congedo, come esempi.

Dove si presenta la domanda?

Le domande si possono presentare per via telematica, oppure tramite i Patronati. Per la presentazione telematica è necessario munirsi di SPID.

Come viene erogato il bonus?

Come già specificato, il bonus consiste in un contributo settimanale di euro 100. Per poter usufruire del bonus, sia il beneficiario, sia il prestatore devono essere registrati sul sito dell’INPS. Il beneficiario dovrà rendicontare le attività effettivamente svolte, prima di poter ottenere il bonus per il tramite del libretto famiglia. Ricordiamo che allo stato attuale, possono beneficiare del bonus le prestazioni fruite dal 1 gennaio fino al 30 giugno del 2021, e il tempo massimo per presentare richiesta è fissato al 30 settembre.

Hai altro da chiedere?

Se desideri altre informazioni o un chiarimento sull'argomento di questo articolo, clicca su FAI LA TUA DOMANDA per inviare un tuo quesito. Non è richiesta alcuna registrazione. Riceverai la tua risposta, personalizzata, direttamente nella casella di posta.





L'autore
  • redazione-know-how-2-2021-06-04_11-27-58-foto-profilo-know-how.jpg

    Know How è un progetto di innovazione della consulenza, a favore di imprese e cittadini, che coinvolge professionisti dell’area legale ed economica. Il progetto è nato dalla mente del suo fondatore, Vincenzo Ciulla, e della sua società di consulenza: Korion.
    Il nostro motto è diventato: 100% esitate, perché questa è la percentuale reale delle domande che oggi ricevono una risposta, anche se preferiamo parlare di soluzioni. La sfida per il futuro è ingrandire la community, generare più interazione, fare più informazione e coinvolgere sempre più professionisti, ma solo coloro che credono in quello che facciamo.