Il Blog di Know How

Soluzioni per imprese e privati
Blog / Agevolazione IVA e legge 104: come richiederla dopo acquisto

Agevolazione IVA e legge 104: come richiederla dopo acquisto

Agevolazione IVA e legge 104: come richiederla dopo acquisto

La legge 104 consente a chi ne è soggetto, e ai suoi familiari, di poter usufruire di un'iva agevolata al 4% per l'acquisto di un'autovettura, anche se è stata pagata quella ordinaria. Quando è possibile chiedere la riduzione? Come funziona per il concessionario? Quali sono i requisiti?



Abbiamo sempre dedicato ampio spazio alle possibilità offerta dall’applicazione delle Legge 104 per chi è affetto da un qualche disabilità, per questo siamo tornati sull’argomento delle agevolazioni nell’acquisto dell’auto, per via di un nuovo interpello all’Agenzia delle Entrate, il numero 69 del 2020, con cui si chiarisce un aspetto tutt’altro che scontato in merito all’IVA agevolata nell’acquisto di un auto.

In cosa consistono le agevolazioni nell’acquisto di un auto?

Chi è soggetto alla Legge 104 può usufruire di un’IVA agevolata, a patto che sia in regola con tutti gli altri requisiti previsti nella normativa delle agevolazioni auto per i possessori delle legge 104.

Ci sono anche requisiti in merito alla tipologia di vettura?

Sì, ad esempio sono fissati dei limiti nella cilindrata in base al tipo di motore:

  1. Fino a 2.000 centimetri cubici per veicoli con motore a benzina o ibrido;
  2. Fino a 2.800 centimetri cubici per veicoli con motore diesel o ibrido;
  3. Potenza non superiore a 150 kW per veicoli con motore elettrico.

Sono necessari documenti medici per l’IVA agevolata?

Sì, è necessario il possesso di apposita documentazione medica, così come previsto dalla legislazione in materia (la legge 104 del 1992). La normativa ha un valore di carattere generale ma vi sono poi delle variazioni in base al tipo di disabilità che si intende verificare.

Ho acquistato un veicolo al 22%, posso richiedere la riduzione?

È proprio questo l’argomento dell’articolo di oggi. La risposta dell’Agenzia delle Entrate ha chiarito che è possibile richiedere l’IVA agevolata anche successivamente all’acquisto dell’auto, quindi anche dopo averla pagata con l’IVA al 22%.

Quale procedura seguire per la rettifica dell’IVA?

Premesso il possesso dei requisiti al momento dell’acquisto, e non dopo, è necessario richiedere alla concessionaria una nota di variazione.

Come può la mia concessionaria recuperare l’IVA in eccesso?

La risposta dell’Agenzia delle Entrate interviene anche su questo aspetto, visto che i soggetti coinvolti nella compravendita di un auto sono 2: l’acquirente e il concessionario. Nel caso di quest’ultimo è sufficiente una nota di variazione se la rettifica avviene entro un anno dall’acquisto, mentre se è trascorso un tempo maggiore sarà necessario affidarsi al meccanismo del rimborso.

Quali sono i termini per il rimborso?

Questo va richiesto entro 2 anni dal versamento o dalla richiesta di rettifica.

Hai altro da chiedere?

Se desideri altre informazioni o un chiarimento sull'argomento di questo articolo, clicca su FAI LA TUA DOMANDA per inviare un tuo quesito. Non è richiesta alcuna registrazione. Riceverai la tua risposta, personalizzata, direttamente nella casella di posta.





L'autore
  • redazione-know-how-2-2021-06-04_11-27-58-foto-profilo-know-how.jpg
    Redazione Know How  Reply

    Know How è un progetto di innovazione della consulenza, a favore di imprese e cittadini, che coinvolge professionisti dell’area legale ed economica. Il progetto è nato dalla mente del suo fondatore, Vincenzo Ciulla, e della sua società di consulenza: Korion.
    Il nostro motto è diventato: 100% esitate, perché questa è la percentuale reale delle domande che oggi ricevono una risposta, anche se preferiamo parlare di soluzioni. La sfida per il futuro è ingrandire la community, generare più interazione, fare più informazione e coinvolgere sempre più professionisti, ma solo coloro che credono in quello che facciamo.