Il Blog di Know How

Soluzioni per imprese e privati
Blog / 5 domande sui benefici per le imprese del settore turistico

5 domande sui benefici per le imprese del settore turistico

5 domande sui benefici per le imprese del settore turistico

Il recente decreto legge di agosto ha allargato la platea dei beneficiari delle misure di sostegno economico inglobando anche professionalità del settore turistico prima non considerate. Chi sono i nuovi beneficiari? A chi si estende il credito d'imposta? Novità sulla sospensione delle rate?



Il fatto che l’epidemia da coronavirus avrebbe determinato una stagione turistica decisamente diversa da quella degli scorsi anni era un fatto certo che non necessitava di essere provato con i fatti.

Per questo motivo già i decreti di marzo avevano introdotto una serie di misure a sostegno delle imprese del comparto turistico.

Con il decreto di agosto non si è fatto altro che correggere il tiro a manovre già entrate in vigore con i precedenti decreti già convertiti in legge. La correzione si è resa necessaria alla luce degli effetti registrati concretamente sul settore turistico.

Tra le correzioni vi è anche l’estensione delle misure di sostegno a favore di attività o soggetti prima non considerati.

Credito d’imposta per i canoni di locazione: è possibile per le strutture termali?

Si, questa è la prima novità del decreto di agosto. Già nel decreto di marzo era stato fissato un credito d’imposta come contributo per i canoni di locazione pagati ma non fruiti per via del lockdown. Questo contributo è fissato al 60% del canone mensile di locazione, di leasing o di concessione di immobile ad uso non abitativo, quindi ad uso commerciale o per l’esercizio dell’attività di impresa.

Quindi, la novità di agosto è che alle strutture alberghiere e agrituristiche, tra i beneficiari di quest’azione, si aggiungono le strutture termali.

Quali sono i mesi considerati per il credito d’imposta per le locazioni?

Il decreto di agosto ha esteso i mesi che è possibile coprire con il credito d’imposta, ad oggi sono: marzo, aprile, maggio e giugno, per tutte quelle attività che appartengono al settore turistico, mentre per quelle attività del medesimo settore che operano a carattere stagionale, i mesi da considerare sono aprile, maggio, giugno e luglio.

Sono cambiati i requisiti per usufruire del credito d’imposta sulle locazioni?

In questo non vi sono stati cambiamenti, il requisito resta il medesimo fissato a marzo: un calo del fatturato superiore al 50% rispetto allo stesso mese del periodo d’imposta precedente, a patto che il fatturato non sia stato superiore ai 5 milioni di euro.

Ci sono novità per gli accompagnatori turistici?

Si, la novità è che anche questa categoria di lavoratori può usufruire del fondo da 25 milioni di euro che era stato istituito con il decreto n. 34 di marzo (poi convertito dalla legge n.77 di luglio) e che inizialmente andava a beneficio esclusivo di agenzie di viaggio e tour operator.

È stata prorogata la data di sospensione del mutuo?

Si, la data di sospensione per il pagamento delle rate del mutuo o altre forme di finanziamento, che inizialmente era stata fissata al 30 settembre, è stata prorogata fino al 31 marzo 2021.

Hai altro da chiedere?

Se desideri altre informazioni o un chiarimento sull'argomento di questo articolo, clicca su FAI LA TUA DOMANDA per inviare un tuo quesito. Non è richiesta alcuna registrazione. Riceverai la tua risposta, personalizzata, direttamente nella casella di posta.





L'autore
  • redazione-know-how-2-2021-06-04_11-27-58-foto-profilo-know-how.jpg

    Know How è un progetto di innovazione della consulenza, a favore di imprese e cittadini, che coinvolge professionisti dell’area legale ed economica. Il progetto è nato dalla mente del suo fondatore, Vincenzo Ciulla, e della sua società di consulenza: Korion.
    Il nostro motto è diventato: 100% esitate, perché questa è la percentuale reale delle domande che oggi ricevono una risposta, anche se preferiamo parlare di soluzioni. La sfida per il futuro è ingrandire la community, generare più interazione, fare più informazione e coinvolgere sempre più professionisti, ma solo coloro che credono in quello che facciamo.